Attività di sede

Conferenza
Giovedì 16 Giugno 2016
Ore 18:00
Sezione Bruzia
I LUOGHI DELLA PREGHIERA
Attività di sede
Domenica 29 Maggio 2016
Ore 18:00
Sezione Bruzia
Corpus Domini
Conferenza
Lunedì 23 Maggio 2016
Ore 18:30
Sezione Bruzia
LA COOPERAZIONE NEL CREDITO
Conferenza
Lunedì 11 Aprile 2016
Ore 18:30
Sezione Bruzia
Lectio del Comm. Prof. ANTONIO D'ELIA
S.Messa
Giovedì 24 Marzo 2016
Ore 18:00
Sezione Bruzia
SANTA MESSA " IN COENA DOMINI "

Risorse in rete...


Cenni Storici... (Pagina 1) a cura del Cav. Antonio D’Elia

L’Ordine Equestre del Santo Sepolcro di Gerusalemme è uno dei più antichi e prestigiosi Ordini Cavallereschi della cristianità. Fondato nel periodo della liberazione di GerusalemmeGoffredo di Buglione da parte di Goffredo di Buglione, ha rappresentato per secoli, nella sua duplice funzione, religiosa e militare, un importantissimo  punto di riferimento e di difesa dei Luoghi Santi, ed in particolar modo del Santo Sepolcro di nostro Signore Gesù Cristo.

Goffredo di Buglione, Duca di Lorena e condottiero nella I crociata ( «Era d'illustre stirpe dei Conti di Boulogne e per parte di madre discendeva da Carlomagno», G. Napolitano, Salerno e l'Ordine Equestre del Santo Sepolcro di Gerusalemme, Salerno, De Luca Editore, 2006, p. 47), dopo la conquista di Gerusalemme nel 1099, affidò, infatti, ad alcuni Cavalieri crociati la difesa armata del Santo Sepolcro.
Fu Balduino I, primo Re di Gerusalemme, colui il quale si pose a capo dell’Ordine dei Canonici del Santo Sepolcro creando cavalieri, in qualità di Sovrano.

Dell’Ordine facevano parte i Canonici Regolari, quelli detti Canonici Secolari ed i Sergentes. Quest’ultimi appartenevano ai Cavalieri armati, che avevano scelta la regola di S. Agostino della povertà e dell’obbedienza. Ben presto l’Ordine fu costituito in Priorati nei paesi di origine di molti Cavalieri, una volta che questi ritornarono in patria. Per l’importante ruolo che l’Ordine svolgeva, un’antica tradizione riservava ai Cavalieri dell'Ordine Equestre del Santo Sepolcro di Gerusalemme la nobiltà personale legata al titolo di Conte Palatino, o del Sacro Palazzo Lateranense.

Con la disfatta definitiva  del Regno Cristiano di Gerusalemme nel 1291, l’Ordine non ebbe più nei luoghi Santi l’opportunità di organizzare militarmente la difesa del Santo Sepolcro. In Europa, i suddetti  Priorati trovarono, quindi, asilo presso diversi regnanti ed in particolar modo presso la Sede di Pietro. L’Ordine perse gradatamente la funzione militare, tranne che in Spagna, dove i Cavalieri del Santo Sepolcro ricoprirono un ruolo di spicco non solo sul versante religioso, ma anche su quello politico-militare.

Nel XIV secolo la Santa Sede, dopo aver pagato un ingente riscatto, ebbe da parte del sultano d’Egitto la Custodia dei Santuari cristiani, che vennero affidati ai Frati Minori di San Francesco d’Assisi. Nel  1847, il Patriarcato venne ripristinato e Sua Santità Pio IX con la lettera Apostolica Nulla Celebrior diede nuova vita all’Ordine. Nel 1907 il Sommo Pontefice San Pio X assunse personalmente la carica di Gran Maestro. Il santo Padre Pio XII, nel 1949, stabilì che il Gran Maestro dell’Ordine fosse un Cardinale di Santa Romana Chiesa e decretò che il Patriarca di Gerusalemme avesse prerogativa di Gran Priore. Il Beato Giovanni XXIII, nel 1962, e, successivamente, Sua Santità Paolo VI, nel 1977, accrebbero l’Ordine di privilegi e di nuovi assetti organizzativi.

Galleria Foto

Archivio Documenti

Pubblicato il 04/01/2010
dalla Sezione Bruzia
Vendita Beneficenza Nov.09 (1)
Articolo del Il Quotidiano
Pubblicato il 04/01/2010
dalla Delegazione di Cosenza
Vendita Beneficenza Nov.09 (2)
Vendita di Beneficenza del 21-22 Nov.09
Pubblicato il 04/01/2010
dalla Delegazione di Cosenza
Conferenza Sua Em.za Card.Renato Martino
Conferenza sulla Enciclica Caritas in Veritate